Il trapianto di rene rappresenta l’unica alternativa alla dialisi per i pazienti affetti da insufficienza renale in trattamento dialitico sostitutivo.

Anche il trapianto di pancreas rappresenta una modalità ottimale di trattamento del Diabete mellito insulino dipendente permettendo di ripristinare un sistema di secrezione insulinica che si autoregola in base alle concentrazioni ematiche del glucosio e porta alla completa insulino-indipendenza.

Sino ad oggi sono stati eseguiti oltre 40.000 trapianti di pancreas nel mondo con risultati oramai molto simili tra i diversi centri che riportano, dopo un anno dal trapianto, sopravvivenze del 95% dei pazienti, del 85% dei pancreas e del 90% dei reni trapiantati.
Importanti sono anche gli effetti del trapianto di pancreas sulle complicanze del diabete che hanno dimostrato un miglioramento della neuropatia, una minor incidenza di ipertensione, una prevenzione o regressione della nefropatia diabetica ed una stabilizzazione della retinopatia.
Un’altra opzione terapeutica è il trapianto di insule del Langerhans in grado anch’esso di ripristinare la secrezione insulinica e l’insulino-indipendenza.

Bilancio pre-trapianto di rene

bilancio pre-trapianto di rene

Per valutare se un paziente possa o meno essere inserito in lista di trapianto è necessario eseguire il “Bilancio Pre-Trapianto”
. Si tratta di una serie di esami ematochimici e strumentali volti a definire se esistano controindicazioni all’esecuzione del trapianto o comunque volti a quantizzare eventuali rischi che il paziente potrebbe correre in relazione all’intervento chirurgico ed alla terapia immunosoppressiva.

I criteri di esclusione dal programma di trapianto di rene e pancreas o solo rene sono generalmente una grave patologia cardiaca (cardiomiopatia dilatativa o cardiopatia ischemica), una grave patologia a carico delle arterie (cerebrali ed arti inferiori), malattie infettive severe o pregressa storia di tumore. Si tratta di condizioni che potrebbero peggiorare bruscamente dopo il trapianto mettendo a grave rischio la vita del paziente.

Nel caso di trapianto di isole del Langerhans i criteri di esclusione sono prevalentemente quelli relativi alle patologie infettive e tumorali. Riportiamo qui di seguito gli esami del “Bilancio Pre-Trapianto”

ESAMI EMATOCHIMICI ed URINARI, TESTS

Valutazione delle condizioni generali e della presenza di infezioni in atto o pregresse (epatite A-B-C, HIV, Herpes virus, Ebstein Barr virus, Citomegalovirus, virus Herpes Varicella Zooster)

Intradermoreazione alla tubercolina

Test glucagone: viene effettuato nei pazienti diabetici per distinguere tra diabete di tipo I (o diabete insulino-dipendente) e diabete di tipo II (diabete non insulino-dipendente). Il trapianto di pancreas ed il trapianto di isole sono indicati prevalentemente nel diabete di tipo I

TIPIZZAZIONE HLA

tipizzazioneIl sistema HLA è una sorta di codice a barre che identifica ciascuno di noi dal punto di vista genetico. Tanto più simile è il “codice a barre” del ricevente a quello del donatore (compatibilità) tanto minori saranno i rischi di rigetto d’organo nel postoperatorio. La determinazione di tale sistema avviene tramite prelievo di sangue.

ESAMI STRUMENTALI GENERALI

* Ecografia addominale superiore e inferiore
In caso di riscontro di calcolosi della colecisti potrebbe essere richiesto di eseguire un intervento di colecistectomia prima del trapianto in quanto l’insorgenza di una colecistite (infiammazione della colecisti) potrebbe verificarsi subito dopo il trapianto, rappresentando una seria complicanza. In caso di rene policistico può essere necessario approfondire gli accertamenti mediante una Risonanza Magnetica o Tac dell’addome. Anche in questo caso potrebbe rendersi necessario un intervento di nefrectomia (asportazione del rene proprio) prima del trapianto in quanto la presenza di un grosso rene potrebbe impedire la possibilità di effettuare il trapianto ed inoltre i reni policistici possono andare incontro, dopo il trapianto, a complicanze emorragiche, infettive o tumorali.
* Radiografia del Torace
* Gastroscopia: per valutare la presenza e la severità di una quadro di gastrite o ulcera preesistente al trapianto
* Visita dermatologica: per escludere patologie a livello cutaneo
* Visita oculistica
* Visita ginecologica: per escludere, o trattare se presenti, patologie presenti a livello ginecologico
* Mammografia: per escludere noduli dubbi a livello mammario
*Ortopantomografia: per escludere eventuali ascessi dentari o granulomi

APPARATO CARDIOVASCOLARE

Si tratta di esami per valutare eventuali problemi a carico delle arterie e del cuore
* Doppler tronchi sovra-aortici
* Elettrocardiogramma
* Ecocardiogramma
* Test cardiologico da sforzo (scintigrafia miocardica o eco stress): se gli esami eseguiti per Valutare il cuore evidenziano un possibile quadro di ischemia è necessario eseguire una coronarografia
* Coronarografia. La Coronarografia è prevista comunque nei pazienti considerati ad altro rischio per cardiopatia ischemica
* Doppler arti inferiori
* Arteriografia asse aorto-iliaco femorale (questo esame viene eseguito quando il Doppler arti inferiori sia risultato patologico o nei pazienti di età superiore ai 50 anni)

STUDIO NEUROPATIA DIABETICA (solo in pazienti diabetici)

* emg
* tests neuropatia autonomica
* potenziali evocati senzoriali

VALUTAZIONE UROLOGICA

* uroflussometria
* cistografia

STUDIO STRUTTURE OSSEE

* Rx cranio - mani- arti inferiori

Altri esami non pre-definibili potranno essere necessari in funzione di eventuali problemi specifici in ciascun paziente.

Tali accertamenti possono essere eseguiti in parte od in toto presso un proprio Centro di fiducia o presso il nostro Istituto.
Il tempo necessario al completamento di un bilancio pre-trapianto dipende dalla complessità clinica del singolo paziente e dalla rapidità dell’esecuzione degli accertamenti.

Se non emergeranno da tali esami problemi maggiori il paziente riceverà una lettera di inserimento definitivo in lista di trapianto: da quell’istante, in qualsiasi momento del giorno e della notte, festivi o meno, potrà essere convocato per il trapianto.



Donazioni

Campagna adesioni 2013

OSR Trapianti è un progetto senza fini di lucro nato per finanziare le attività a sostegno del progetto di ricerca dell’unità trapianti del Dott.Secchi, sono gradite donazioni spontanee da privati ed aziende. Aiutaci, con un piccolo contributo, donando via bonifico.
Grazie per il tuo aiuto.

>> Fai una donazione

Sostenitori

  • sostenitori progetto
  • sostenitori progetto
  • sostenitori progetto
  • sostenitori progetto
  • sostenitori progetto